SVN solovelanet

SVN 54

SVN solovelanet: rivista digitale dedicata al mondo della vela. Articoli di navigazione, di nautica e barche a vela

Issue link: http://svn.uberflip.com/i/1299496

Contents of this Issue

Navigation

Page 101 of 135

102 www.solovela.net Come liberarsi dai topi P er cacciare il topo in barca i sistemi sono due, la trappola e il veleno. La trappola ha il vantaggio di bloccare l'animale al suo interno e quindi permetterci di liberarce - ne una volta che lo abbiamo preso, men- tre il veleno ha il difetto che l'animale va a morire in qualche angolo nascosto della barca e lì va in putre- fazione con tutte le conseguenze immaginabili: forte odore e proliferazione di batteri. Tuttavia, esiste un veleno particolare che evita questo inconveniente. La trappola a molla Il topo è diffidente e non sempre si fa catturare dalla trappola a molla con il pezzetto di formaggio o la nocciolina al centro, a meno che noi non si sia più furbi di lui. Per un paio di notti si lasci la trappola sul pavimento vicino a un mobile (i topi difficilmente passano al centro del pavimento, ma preferiscono seguire la linea dei mobili) non attivata e con un bel pezzetto di cibo al centro. Il topo studierà la trappola e se si convincerà che non c'è pericolo si mangerà il cibo e registrerà quel luogo come sicuro. Quando la notte dopo ritornerà, entrerà nella trappola senza troppe precauzioni e questa volta, la trappola scat - terà catturandolo. Il veleno Esistono moltissimi tipi di veleno per topi, sia per uso interno che per uso all'esterno. Il veleno da preferire è quello ad azione mummificante. Questo tipo di veleno uccide il roditore quasi subito. Come il veleno raggiunge lo stomaco il roditore muore e inizia subito un processo di mummificazione che non emette odori e priva il corpo dell'animale di ogni liquido. Questo fa sì che anche se non rintracciamo subito l'animale, la barca non vivrà le conseguenze della sua morte. Si faccia attenzione però perché il veleno è pericoloso anche per gli animali domestici, quali cani e gatti, sia che lo assumano direttamente, sia che si cibino dei resti del ratto avvelenato. Il ve - leno per topi può essere pericoloso anche per l'es- sere umano in base alla quantità assunta, all'età del soggetto e alla salute del suo fegato. Si faccia quindi attenzione ai bambini. Il veleno anticoagulante agisce provocando una forte emorragia interna nel roditore. Un veleno di questo tipo in barca può creare inconve- nienti perché agisce dopo diversi giorni rendendo difficile il ritrovamento del corpo del ratto che andrà in decomposizione Testo non corretto

Articles in this issue

Links on this page

Archives of this issue

view archives of SVN solovelanet - SVN 54