SVN solovelanet

SVN 54

SVN solovelanet: rivista digitale dedicata al mondo della vela. Articoli di navigazione, di nautica e barche a vela

Issue link: http://svn.uberflip.com/i/1299496

Contents of this Issue

Navigation

Page 105 of 135

106 www.solovela.net Il primo pomeriggio dell'11 ottobre del 2013, a 17 miglia dalla nave da guerra della Marina Militare Ita- liana Libra, al largo della Libia, un peschereccio con 480 siriani a bordo tra i quali 60 bambini, chiede aiu- to. Sono persone che fuggono dalla guerra di Bashar Hafiz al-Asad, dai gas, dalle torture. Il viaggio che li avrebbe dovuti condurre in Italia era di quelli di lusso, per i quali gli scafisti chiedono mol - to di più del solito e per questo sono rivolti all'intel- lighenzia dei paesi in guerra. A bordo della barca in- fatti c'erano medici, avvocati, ingegneri oltre a tanta altra povera gente. Molte le famiglie. La notte precedente, una motovedetta della Marina Libica - quelle stesse motovedette alle quali alcuni nostri governi hanno chiesto di salvare i migranti al posto nostro - ha sparato sullo scafo siriano nel ten - tativo di farlo affondare, è questa infatti la soluzione per risolvere il problema immigrazione adottata dai militari libici e da chi a loro si rivolge. A bordo ci sono feriti, ma soprattutto il peschereccio imbarca acqua attraverso i grandi buchi lasciati dalle mitragliatrici " . . . w e a r e d i y n g , w e a r e d y i n g ( s t i a m o m o r e n d o ) " Mohanad Jammo Iscriviti a Solovelanet per avere libero accesso ad articoli, rivista digitale e video In alto due giovani padri fuggono dalla loro terra, la Siria per cercare di salva- re i figli dalla guerra. Qui sopra Catia Pellegrino, comandante della nave Libra all'epoca dei fatti

Articles in this issue

Links on this page

Archives of this issue

view archives of SVN solovelanet - SVN 54