SVN solovelanet

SVN 54

SVN solovelanet: rivista digitale dedicata al mondo della vela. Articoli di navigazione, di nautica e barche a vela

Issue link: http://svn.uberflip.com/i/1299496

Contents of this Issue

Navigation

Page 51 of 135

52 www.solovela.net Un esempio di situazioni nefaste, ma in rapida evo- luzione, lo si trova verificando quanto avvenuto in Grecia nella seconda metà del settembre 2020. Un centro depressionario sul basso Ionio si è velo- cemente approfondito sino a creare un vortice vio- lento denominato medicane Ianos. Al centro, intorno all'occhio, sono stati registrati venti fino a 60 nodi. Nelle giornate del 15 e 16 settembre, si prevedeva che dopo aver colpito Lefkada, Cefalonia, Zante, il ciclone avrebbe superato il Peloponneso a sud, e nei giorni 18 e 19, avrebbe colpito il golfo dell'Argo- saronico con piogge violente e venti da sud-est in rotazione rapida a nord, fino a forza 8. Se in quell'occasione avessimo guardato un solo sito con immagini dinamiche a larga scala, ci sarem- mo spaventati vedendo cosa avveniva nello Ionio. Se invece avessimo guardato un solo sito che pro- metteva una situazione metereologica più tranquilla, localizzata poco lontano da quanto avveniva più a occidente, ci saremmo ingannevolmente cullati in una falsa sicurezza, non considerando che prima o poi, più o meno attenuati i fenomeni che avvengono a ovest potrebbero arrivare anche da chi è a est della perturbazione. Molti in quell'area della Grecia hanno ancora gli in - cubi al ricordo del medicane Zorbas del settembre di due anni fa, quando tra Poros ed Epidauro affondò una dozzina di barche e moltissime altre riportarono seri danni. In basso una barca affondata in un porto di una delle isole della Grecia Ionica. Sotto il porto di Zante dove il medicane ha fatto molti danni

Articles in this issue

Links on this page

Archives of this issue

view archives of SVN solovelanet - SVN 54