SVN solovelanet

SVN 54

'SolovelaNet, la vela nel web', una piattaforma, una sinergia di strumenti per chi naviga

Issue link: http://svn.uberflip.com/i/1299496

Contents of this Issue

Navigation

Page 80 of 135

81 www.solovela.net Al ritorno ho anche incontrato il direttore Anzillotti che era lì con la Family Flotilla: una bella idea quella della flotta di barche di lettori del giornale con figli, se l'avessi saputo prima, avrei partecipato anch'io. Da Cala dei Sardi ho cabotato la Costa Smeralda sino a Maddalena e Lavezzi. Siamo entrati nei porti solo per l'approvvigionamento di acqua e sempre con molte precauzioni, masche - rine e ben lontani dai posti dove c'era troppa gente. Siamo ritornati in nave di giorno, ma abbiamo co- munque prenotato una cabina, in modo da non stare in a mezzo agli altri passeggeri, che comun- que non erano molti. Il momento critico è stato quando siamo dovuti scendere nel garage della nave. Le scale erano piene di persone e il perso- nale della Tirrenia non ha fatto nulla per controllare il flusso. Siamo stati per oltre venti minuti fermi in mezzo alle scale pigiati con altre persone, certa- mente non la situazione ideale per proteggersi dal covid, ma fortunatamente tutti i passeggeri della nave avevano la mascherina. Tornati a Firenze, dopo cinque giorni, io e la mia famiglia abbiamo fatto un tampone, risultato negativo per tutti. Quando hanno chiuso le frontiere, il mio amico Francesco, con cui sarei dovuto andare in Francia, ha optato per un villaggio turistico in Sardegna, perché aveva trovato dei prezzi, come ha detto lui "irripetibili". È andato in vacanza nelle prime due settimane di agosto, ovvero è arrivato in Sardegna quando io ne sono partito. Dal villaggio in cui si trovava mi ha mandato molte foto, prendendomi in giro perché in tutte le nostre fotografie, quando sia - mo a terra io e la mia famiglia indossiamo sempre la mascherina. Lui invece mi mostrava come, dov'era lui, nessuno indossasse mascherine. A suo parere questo significava che il coronavirus non faceva paura e non faceva paura perché non esisteva. Quando è tornato, l'azienda della quale è un di- rigente apicale, gli ha chiesto di fare un tampone prima di rientrare in sede. Lui lo ha fatto e si è sco- perto positivo. Sconvolto ha sottoposto al tampo- ne anche la moglie e i due figli: tutti positivi, tutti in quarantena, ma dopo cinque giorni, Francesco dalla quarantena è passato alla corsia d'ospedale con una brutta polmonite interstiziale. La barca quindi, con tutta probabilità, mi ha sal- vato dal Covid. Solo la barca mi ha permesso di tenere al sicuro me e la mia famiglia e allo stesso tempo trascorrere una vacanza molto bella. Pros- simo anno stesso programma, anzi, il prossimo anno, vengo con voi di Solovelanet con la Family Flotilla. Francesco, mi ha fatto sapere che anche lui sarà con noi. I l nostro lettore non è l'unico ad aver pensato che la barca è il sistema sicuro per fare una vacanza senza temere il contagio da Corona- virus. Molti italiani hanno preso la stessa deci- sione e hanno scelto la vacanza sicura. Tanto che in luglio e agosto, le società di charter del- la Toscana hanno registrato il tutto esaurito re- cuperando in buona parte quello che avevano perduto nei mesi da marzo a giugno e che per- deranno in settembre a causa della mancanza di stranieri. In Sardegna, le società che hanno puntato sul turismo italiano hanno registrato il tutto esaurito, ma purtroppo molte società hanno continuato a prediligere il mercato este - ro e accumulato perdite per oltre il 50%. Il prossimo anno, la situazione non sarà mol- to diversa. Se il vaccino ci sarà, non arriverà prima di febbraio o marzo, e una volta arri- vato andrà distribuito e inoculato, il che farà sì che, molto probabilmente, riotterremo la nostra sicurezza non prima di settembre - ot- tobre 2021. Anche se i tempi dovessero essere più bre- vi - cosa che appare difficile - bisognerà ve- dere come staranno le cose all'estero. Tutto ciò mette una seria ipoteca sulla possibilità di viaggiare anche la prossima estate, ma a differenza di quanto accaduto quest'anno, la gente non si farà cogliere impreparata e in molti si accoderanno al già folto numero di velisti che ha deciso di passare le loro vacan - ze estive noleggiando una barca in Italia. Per questo il consiglio è: se a dicembre o genna- io il vaccino non sarà ancora disponibile, non bisogna aspettare a noleggiare la barca per l'estate, altrimenti si rischierà di rimanere a piedi a meno che non si sia tra i fortunati che possono fare le vacanze a giugno o settem- bre quando si può godere di prezzi decisa- mente più vantaggiosi e di rade deserte. La barca la noleggio subito Di lato, L'Oceanis 41.1, la barca noleggiata dal nostro lettore in Sardegna a Cala dei Sardi

Articles in this issue

Links on this page

Archives of this issue

view archives of SVN solovelanet - SVN 54