SVN solovelanet

SVN 55

SVN solovelanet: rivista digitale dedicata al mondo della vela. Articoli di navigazione, di nautica e barche a vela

Issue link: http://svn.uberflip.com/i/1327417

Contents of this Issue

Navigation

Page 12 of 115

13 www.solovela.net avrebbe dovuto far funzionare. In compenso è stata creata una serie di norme che sembrano studiate a posta per impedire questo tipo di digitalizzazione. Quello del registro telematico è forse il più grave dei problemi in cui si è impantanato il settore nautico, ma ora a causa della pandemia si rischia la paralisi. Anche solo per richiedere un tesserino da telegra - fista, retaggio borbonico di una burocrazia che non si vuole evolvere, ci vuole un'attesa di un anno, a Milano. Chi credesse che si tratti di una complessa opera di digitalizzazione da realizzare, sbaglia: stiamo parlando dell'abbiccì dell'informatica. Per creare il registro telematico ci è voluta una decina di anni, ma in realtà è un lavoro che un paio di informatici preparati avrebbe potuto finire in un tempo molto più breve e probabilmente, con meno di un decimo della spesa. In fondo si tratta di gestire un database elementare. Quando si affrontano questi argomenti, l'impres - sione è che la semplicità sia nemica del burocrate disonesto. Un programma semplice costa poco, se costa poco richiede pochi finanziamenti da gestire e su pochi finanziamenti c'è poco da lucrare. Oggi per immatricolare una barca a cau- sa del registro telematico, occorrono 40 giorni, mentre quando la registrazione era manuale, ne occorrevano 3. Carenza di personale in motorizzazione, pastoie burocratiche, passaggi inutili come quelli che necessitano del benestare della Confidustria Nautica (ente privato), allungano i tempi di immatricolazione portando molti operatori a preferire la registrazione all'estero

Articles in this issue

Links on this page

Archives of this issue

view archives of SVN solovelanet - SVN 55