SVN solovelanet

SVN 55

SVN solovelanet: rivista digitale dedicata al mondo della vela. Articoli di navigazione, di nautica e barche a vela

Issue link: http://svn.uberflip.com/i/1327417

Contents of this Issue

Navigation

Page 68 of 115

69 www.solovela.net Sebbene il fiocco sia più piccolo della randa, è po- tenzialmente più efficace, poiché non ha un albero che disturba il flusso d'aria. Se lo spazio tra il fiocco e la randa è omogeneo, il flusso d'aria subisce un aumento di pressione che ne aumenta la velocità; questo provoca un'ulteriore diminuzione della pres - sione sul lato sottovento della randa, aumentando- ne la componente propulsiva. È possibile apprezzare questo effetto stando a prua con vento debole, quando, tornando in prossimità del canale tra randa e fiocco, si percepisce il vento che lambisce la balumina del genoa. Questa accelerazione non è così determinante. Nel canale tra le due vele, l'aria non è più veloce rispetto al caso di una randa, senza l'interazione del genoa. L'effetto principale della vela di prua sovrapposta è quindi di rallentare la velocità sull'estradosso della randa garantendo che i flussi escano alla stessa ve - locità da entrambi i lati della vela creando portanza. Contrariamente a quanto spesso creduto e - peggio ancora - talvolta insegnato nelle scuole di vela, lì l'effetto Venturi non c'è. Per riuscire a ottimizzare al massimo il rendimento delle vele nella condizione come sopra espressa, oltre alla regolazione delle scotte diventa determi - nante il posizionamento dei carrelli del fiocco per il quale utilizzeremo le informazioni che i nostri tell- tales ci daranno: continuando a orzare dovranno andare in stallo tutti nello stesso momento. Se stalleranno prima quelli in alto sposteremo i car - relli in avanti, se invece saranno quelli in basso li sposteremo indietro. (INferiori=INdietro). Prestazioni Maggiore è la randa, minore è la vela di prua. Se la lunghezza della base della randa "E" è maggio- re o uguale alla base del triangolo da prua all'albe- ro "J", la barca si affida maggiormente alla potenza della randa e il fiocco può essere più piccolo. I moderni performance cruiser hanno grandi rande e necessariamente devono usare un fiocco non so - vrapposto. Al contrario le barche da crociera stan- dard hanno rande più piccole con grandi "J". Queste barche avranno bisogno di genoa con una misura di sovrapposizione tipicamente intorno al 130%. Come visto finora, a causa delle loro caratteristiche, i genoa di grandi dimensioni come il 130% o il 150% si comportano meglio solo se la brezza è inferiore ai dieci nodi. Con vento sostenuto questo potrebbe rappresentare un problema se si naviga alle andature strette. I vantag - gi con andature dalla bolina larga al lasco saranno si- gnificativi a causa delle maggiori dimensioni della vela. Velocity streamline Velocity streamline Genoa con strisce di schiuma garantiscono una forma e un profilo migliori quando sono parzialmente avvolte L'aria accelera nel canale mentre si sposta dall'albero verso la balumina della vela di prua. La velocità non è maggiore rispetto ad un armo con sola randa

Articles in this issue

Links on this page

Archives of this issue

view archives of SVN solovelanet - SVN 55