SVN solovelanet

SVN Annuario 2018

'SolovelaNet, la vela nel web', una piattaforma, una sinergia di strumenti per chi naviga

Issue link: http://svn.uberflip.com/i/944325

Contents of this Issue

Navigation

Page 15 of 183

16 di Maurizio Anzillotti Intervista Abbiamo incontrato l'ingegnere Renato Marconi al salone nautico di Parigi e abbiamo approfittato per chiedergli lo stato dell'arte nei porti italiani Porti: mai più penuria di ormeggi A l Salone di Parigi abbiamo incontrato Renato Marconi, l'eminenza grigia dei marina italiani. Per il suo carattere schi- vo e riservato pochi lo conoscono fuori dal mondo dei marina privati, ma Renato Marconi controlla la più grande rete di porti italiani, Marinedi, che possiede i pacchetti di maggioranza di quasi tutti i 13 porti facenti parte della rete. Una rete che presto si estenderà sino a raggiungere i 25 porti. Ex amministratore delegato di Italia Navigando, Mar- coni è uno dei maggiori esperti italiani in fatto di ma- rina privati. SVN – Nell'ultima intervista che le facemmo tre anni fa, lei ci disse che nonostante la crisi in Italia non c'era un surplus di posti barca, oggi come si è evo- luta la situazione? R.M. – Nel 2008 i posti barca considerati sicuri, disponibili in Italia, erano 93.000, oggi, a dieci anni di distanza, sono circa 100.000, come vede le cose sono cambiate poco, ma ora stiamo assistendo a un'accelerazione per quanto riguarda l'ultimazione di nuovi porti. SVN – Secondo lei 100.000 posti barca bastano per rispondere alle esigenze dei nostri diportisti? R.M. – Credo di sì. In Italia ci sono 150.000 unità che hanno bisogno di un posto barca. Renato Marconi

Articles in this issue

Archives of this issue

view archives of SVN solovelanet - SVN Annuario 2018